CARITAS RAVENNA-CERVIA

La Caritas diocesana è l’ufficio pastorale che promuove, anche in collaborazione con altri organismi, la testimonianza della carità della comunità ecclesiale diocesana, in forme consone ai tempi e ai bisogni, in vista dello sviluppo integrale dell’uomo, della giustizia sociale e della pace, con particolare attenzione agli ultimi e con prevalente funzione pedagogica. (art. 1 statuto Caritas Ravenna).

Ravenna, S. Apollinare Nuovo, Guarigione del paralitico di Cafarnao (Mc 2,1-12)

 

Caritas diocesana di RAVENNA-CERVIA

La Caritas diocesana di Ravenna-Cervia nasce nel 1976 con il sostegno alle popolazioni delle zone del Friuli Venezia Giulia colpite dal terremoto. Da queste azioni di intervento è sorta la necessità di una realtà diocesana che potesse spendersi per i più bisognosi non solo in momenti di calamità ed emergenza ma anche nella quotidianità.

Friuli 1976 – Mons. Zalambani e Don Antonio Obovali in visita per i primi soccorsi alle popolazioni colpite dal terremoto

 

L’affiancamento alle realtà socio-assistenziali presenti nel territorio diocesano in un primo momento e, successivamente, la realizzazione di un centro d’ascolto diocesano (1 marzo 1999) hanno dato maggiore continuità alla azione di incontro con le povertà e alla testimonianza della carità cristiana nel territorio ravennate e nel resto della diocesi.

Il complesso di S. Giustina dove si trovano la sede della Caritas e del Centro d’Asolto Diocesano.

I direttori

Anteo Malvasio (1981 – 1998) Marcello Copertino (1998 – 2001)
 

Don Alberto Brunelli (2001 – 2015)

Don Alain Gonzalez Valdes